Onirica

BRUNO VIDONI CREATORE DI UNIVERSI ONIRICI E FANTASTICI


L’immaginario dell’arte vidoniana si forma attraverso i classici della letteratura avventurosa e fantastica:: dai romanzi di Jules Verne, alla fantascienza anglo-americana, dalla mitologia al fantasy, al fumetto. Parimenti si nutre delle suggestioni dell’Arte Simbolista. Il fantastico, il meraviglioso e l’elemento onirico ricorrono in tutta la produzione artistica di Bruno Vidoni, sia in campo pittorico sia  nell’ambito fotografico. 

Lumache, chiocciole e nautili marini sono figure ricorrenti nell’arte vidoniana: nei dipinti e disegni realizzati negli anni settanta vengono trasfigurate in esseri mostruosi a volte  tentacolari. Creature marine di un passato lontano sono inserite in modo straniante in surreali paesaggi desertici, quali custodi di metafisiche città abbandonate/perdute. Nude veneri che inneggiano alle figure femminili di Félix Labisse, convivono nei paesaggi insieme a stranianti cavalieri e vuote armature. 

Che Howard Phillips Lovecraft (1890-1937), scrittori statunitense capace come pochi altri di influenzare l’immaginario fantastico contemporaneo, avesse direttamente alimentato anche molte elucubrazioni artistiche di Bruno Vidoni è invece rimasta cosa ipotizzata ma non provata sino al 2015. Nel corso dell’attività di ricognizione e riordino delle carte vidoniane, vennero rinvenuti due finti codici medievali, un bestiario e un grimorio, rilegati in pelle, miniati e illustrati. Realizzati dall’artista centese negli ultimi anni di vita, sono giunti a noi in forma ancora incompleta. Questi lavori sono esemplificativi della capacità vidoniana di amalgamare tra loro elementi provenienti da opere diverse, trasfigurandole in nuove e originali creazioni. Ora, proprio il grimorio è un dichiarato esplicito omaggio allo scrittore statunitense  H.P. Lovecraft. Questa scoperta ha consentito di ricondurre nel solco delle influenze lovecraftiane anche altre opere dai contenuti orrorifici realizzate negli anni settanta.

Bruno Vidoni. Onirica. Il richiamo di Lovecraft. Catalogo della mostra, prima e seconda edizione (2015, Editoriale Sometti Mantova)

Bruno Vidoni, Senza titolo, s.d. ma circa 1975 (Collezione privata)

Bruno Vidoni, Senza titolo, metà anni settanta ma ante 1977 (Collocazione sconosciuta)

Bruno Vidoni, Senza titolo, s.d. ma probabili anni ’80 (Archivi Casa Vidoni)

Bruno Vidoni, Senza titolo, s.d. ma probabili post 1980 (Archivi Casa Vidoni)

Bruno Vidoni, Liber Monstrorum et Serpentibus atrocisimi generis, copertina, seconda metà anni ’90 (Archivi Casa Vidoni)

Bruno Vidoni, LIBER quinqaginta nominum, copertina, seconda metà anni ’90
(Archivi Casa Vidoni)

Bruno Vidoni, Senza titolo, s.d. ma seconda metà anni ’90 (Archivi Casa Vidoni)

Bruno Vidoni, Senza titolo, s.d. ma probabili anni ’70 (Archivi Casa Vidoni)